Visita il nostro archivio

Passare dalle belle rime del Gruffalò alle descrizioni dei tuoi studenti è stato uno shock? Non ci pensare, oggi sarai tu la voce narrante della storia per i tuoi studenti.
Come prima cosa devi creare un ambiente che promuova l’ascolto, quindi disponi le sedie a cerchio oppure crea un angolo morbido di tappeti e cuscini nella tua classe e usa la voce più profonda e vera che le tue corde vocali sanno far vibrare.
Ciò che è prioritario in questa fase è il piacere dell’ascolto della narrazione, non ti preoccupare se non tutti gli studenti vedono le illustrazioni, tieni il libro rivolto verso di te e inizia il racconto, sicuramente rapirai l’attenzione con le tue parole.
Dopo esservi goduti la storia, ripercorrete le illustrazioni e iniziate a ricostruire i passaggi in plenum, accogli le riflessioni e i pareri sugli avvenimenti e i personaggi.
In conclusione chiedi ai tuoi studenti se si ricordano in quale punto della storia è descritto in modo fedele e minuzioso il Gruffalò. Rintracciatelo sul libro e percorrete a ritroso le pagine, notando che per ogni animale che il topo incontra ci sono dei disegni dedicati alla descrizione di tutte le parti del corpo del Gruffalò.
A questo punto tira fuori i loro elaborati del primo giorno, dividili in gruppetti e chiedi loro di annotare le differenze e i punti in comune tra le loro descrizioni e quella dell’autore.
Raccogli le loro riflessioni e introduci un importante strumento per la produzione scritta, la banca di parole, attività a cui vi dedicherete domani.

  • Nome (Richiesto)

  • Email (Richiesto, ma non pubblicato)

  • Indirizzo (Opzionale)

  • Commento (Richiesto)