Visita il nostro archivio

three…two…one…ignition!
SatelliteOsservazione 1# in orbita.
In questa prima tappa, insegnante, sarai proprio tu l’artefice del materiale di in-put che darà inizio al ciclo delle attività.
Lavoreremo con un’immagine della tua classe, quindi prepara la macchina fotografica o più semplicemente il cellulare e cerca di fare qualche scatto che catturi gli studenti in un momento di grande confusione. Non dovrebbe essere difficile, ma se la tua classe fosse particolarmente ordinata e silenziosa allora a te il compito di movimentare la situazione. Durante la ricreazione prova a cogliere un’immagine densa di studenti impegnati nelle loro attività. Cerca di non dare troppo nell’occhio mentre fai le foto, otterrai maggior stupore e di conseguenza motivazione quando presenterai la foto nell’attività seguente.
Non è finita però…
Il Glottosatellite per questa giornata è dedicato principalmente ad attività preparatorie, ma non solo di materiali, infatti, sfrutterai i 10 minuti per cercare di elicitare negli studenti le preconoscenze necessarie ad affrontare le attività future. Ti abbiamo chiesto di scattare una foto della classe perché la cornice entro cui si articoleranno la attività del task è l’ambiente classe e le presone che lo vivono. A te il compito di introdurre l’argomento, noi ti proponiamo un modo giocoso legato all’elicitazione di lessico dell’ambiente scolastico.
– Utilizza la classe come contesto naturale d’apprendimento e sfrutta l’ambiente che circonda gli studenti per veicolare arricchimento lessicale.
– Prendi un plico di post-it colorati e attacca il primo su un elemento della classe, ad esempio sulla finestra e chiedi agli studenti di dirti il nome dell’oggetto in tutte le lingue che conoscono. Chiedi, poi, a uno studente di scrivere il nome in italiano e in una delle altre lingue conosciute (ovviamente sono ammesse le lingue straniere studiate a scuola).
– Prosegui l‘attività per circa 10 elementi della classe e cerca di coinvolgere sempre studenti diversi.
– Termina l’attività ponendo l’ultimo post-it su te stesso, l’insegnante, e sfruttalo per richiamare l’attenzione e introdurre l’argomento della tua lezione.
Il lessico della classe ti sembrerà un’attività banale, ma hai l’occasione di mettere a fuoco la lente d’osservazione che andremo ad usare. Puoi iniziare a raccogliere importanti informazioni sulla tua classe, ovvero: quante e quali lingue circolano, quali dinamiche di plurilinguismo vengono attivate, se gli studenti sono in grado di produrre la parola solo oralmente o anche in lingua scritta.
In più ricorda che i Glottosatelliti sono attività ad altissimo grado di inclusività e servono per coinvolgere anche studenti con scarse competenze linguistiche, come possono esser studenti stranieri di recente immigrazione. La richiesta di elicitare il lessico in più lingue, inoltre, è utile e interessante anche per gli studenti più competenti.

  • Nome (Richiesto)

  • Email (Richiesto, ma non pubblicato)

  • Indirizzo (Opzionale)

  • Commento (Richiesto)