Visita il nostro archivio

Cosa serve?

  • Un cellulare o computer
  • Una connessione internet
  • Video del Gruffalò (su Raiplay)
  • Libro del Gruffalò (se lo avete in casa)
  • Fogli di carta e pennarelli
  • Scatoline

Obiettivi:

    • Confrontare diversi codici
    • Ripassare contenuti di geografia
    • Individuare elementi utili per la descrizione di un personaggio

ATTIVITÀ 1 – Risguardi

Leggi le immagini. Nomina quello che vedi. Apri il libro, lo sapevi che le prime due pagine che vedi si chiamano risguardi? A noi piacciono molto perché per molti illustratori sono un modo per anticipare la storia che si andrà a leggere. Il disegno che vedi è proprio la carta di risguardi di un libro che contiene una storia divertente. Insieme ai bambini fatevi qualche domanda: Dove siamo? Dov’è ambientata? Secondo te chi c’è in questa storia? Cioè, chi sono i protagonisti? È  una storia divertente o triste? Perché? Proviamo a dare un titolo?

ATTIVITÀ 2 – Il bosco in una scatola

Come è fatto il bosco? Siete mai stati in un bosco con i vostri bambini? Ricordate tutte le esperienze fatte per pensare a un vero bosco. Guardate l’immagine dei risguardi del libro e nominate tutto quello che vedete: alberi, fusti, sassi, cespugli, ecc… Per ripassare con i bambini come è fatto il bosco facciamo un’esperienza sensoriale. Vi servirà un po’ di preparazione: Prendete una scatola da scarpe e un contenitore, girate per la casa e andate alla ricerca di vari materiali, non temete sicuramente li troverete! Serviranno: fili di lana o spago,  una spugnetta sottile o un tessuto verde, spugne tonde (ad esempio quelle di ferro che servono per lavare i piatti), cotone o lana cotta. Se vuoi fare il gioco più complicato puoi mettere materiali in più che i bambini non dovranno utilizzare, tipo: pasta, vasi di vetro, tappi, ecc… (Questi sono solo alcuni esempi, puoi adattare il materiale con quello che trovi in casa). Spiega ai bambini che il bosco è fatto a strati e proverete a ricostruirlo nella scatola, i bambini devono cercare nel contenitore i materiali più adatti per rispettare le tue indicazioni, pronti…via!

1- Il primo strato del bosco è fatto di radici, discutete sulle caratteristiche e su cosa servono (es. fili di lana, disponeteli sul fondo della scatola)

2- Il secondo strato è fatto di erba,  discutete sulle caratteristiche (es. spugnetta sottile, viene posta sopra i fili)

3- Il terzo strato è composto dai cespugli,  discutete sulle caratteristiche (es. spugnette tonde, sopra alla spugna verde)

4- Il quarto, in alto in alto ci sono le chiome degli alberi  (es. cotone idrofilo)

5- Problema da risolvere: ma dove vanno le chiome?? In alto! Come facciamo a mettere le chiome in alto?! Servono gli alberi, sbizzarrite la fantasia per costruire tronchi che reggano le vostre chiome!

——Un passo in più per crescere—— 

Chiedi ai bambini se a scuola hanno mai parlato del bosco, prendete il libro o il quaderno che usano in classe e andate alla ricerca di pagine che parlano del bosco. Potrebbe essere un testo di geografia, oppure un racconto di narrativa.

ATTIVITÀ 3 – I personaggi

Guarda la copertina del libro, oppure l’immagine che introduce il video: ci sono due personaggi, uno è il piccolo e furbo topolino e l’altro è il Gruffalò. Chiedi ai bambini di descrivere il mostro. Poi guardate il video o leggete il libro, così da gustare la storia per intero.

——Un passo in più per crescere——

Il topino per spaventare i predatori descrive l’aspetto fisico del Gruffalò. Con i bambini fate un confronto tra la descrizione letteraria e quella che hanno fatto loro dalla copertina. Provate a elencare le differenze e le somiglianze tra le due descrizioni. Ad esempio, la descrizione del bambino è più breve, ci sono meno dettagli, ci sono parole semplici; nella descrizione del libro ci sono molti dettagli, viene voglia di ascoltarlo, ci sono parole difficili… Potete cercare nel libro di scuola se ci sono informazioni utili per scrivere una descrizione efficace.

ATTIVITÀ 4 – Parole in scatola per giocare

Preparate 5/7 scatole con il coperchio, anche altri contenitori vanno bene. Prepara anche bigliettini di carta, etichette, striscioline. Spiega ai bambini che andrete a costruire un gioco da fare con tutta la famiglia. Ripercorrete tra le pagine del libro (o i fotogrammi dell’animazione) quali sono gli elementi importanti per descrivere il mostro. Es. Il Gruffalò ha… 1. LE ZANNE, come sono? affilate, lunghe, tremende…2. GLI ARTIGLI, come sono? sporchi, affilati…3. I DENTI, come sono? quadrati, rovinati, di bava bagnati…ecc… Chiedi ai bambini di pensare quali elementi di quelli che avete elencato servono per descrivere anche un bambino. Raccogli i loro suggerimenti, poi distribuisci le etichette o striscioline di carta e scrivete gli elementi a cui avete pensato. Troverete per es. parole come VISO, BOCCA, NASO, OCCHI, CAPELLI, ORECCHIE, CORPO, ecc… Fai attaccare le etichette sul coperchio delle scatole e avrete così iniziato a costruire una BANCA DI PAROLE. Il passo successivo è chiedere ai bambini di scrivere per ogni elemento una parola che lo descrive, ad esempio: il naso può essere A PATATA, STORTO, PICCOLO, ALL’INSU’. Così facendo ogni scatola si riempie con tante parole utili per la descrizione di nasi, occhi ecc… Potete scrivere in tutte le lingue che volete, ma non dimenticatevi dell’italiano!

A questo punto il GIOCO è pronto, come si gioca? Tutti i partecipanti, grandi e piccini, devono avere fogli di carta e matita. Si mettono le scatoline piene di parole sul tavolo di gioco e a turno i giocatori estraggono una caratteristica che dovranno disegnare, andando a comporre un personaggio. Ad esempio: Ha il viso rotondo, la bocca è a forma di cuore, il naso è a punta con un bitorzolo verde. Ha i capelli ricci e biondi. Non fatevi vedere dagli avversari mentre disegnate, vince chi ha rispettato tutti i dettagli della descrizione e ha creato il personaggio più divertente!

——Un passo in più per crescere—— 

Attenti, quando scrivete i bigliettini contenenti i descrittori dei vari elementi potete essere molto creativi e fantasiosi. E per rendere il gioco ancora più appassionante potete decidere che per alcuni elementi del corpo si estrae più di un bigliettino. Buon divertimento!

  • Nome

  • Email

  • Indirizzo (Opzionale)

  • Commento (Richiesto)